iscol@

TUTTI A ISCOL@ 2015-16

Scheda tecnica PROGETTO di Laboratorio didattico innovativo
Realizzato presso l’Istituto Comprensivo Nivola Iglesias, Istituto Comprensivo Mogoro

Titolo del Progetto
“Adesso parlo io!L’auto-mutuo aiuto a scuola”
Acronimo A.m.a. con la scuola

Il progetto di auto mutuo aiuto Adesso parlo io! è dedicato/rivolto a tutti gli studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, in particolare a quelli che vivono una situazione di disagio (personale, familiare, sociale), ai quali si offre un’esperienza d’incontro e confronto per condividere e riflettere insieme su sé stessi ed elaborare in comune soluzioni per un miglioramento individuale e gruppale. Con l’auto mutuo aiuto si vogliono affrontare alcune di quelle condizioni di criticità che determinano sfiducia e abbandono del l’istituzione scolastica, coinvolgendo gli studenti che vivono un disagio familiare, che hanno un problema alimentare, che si sentono emarginati, che agiscono da bulli, che hanno un deficit psico-fisico. L’obiettivo è introdurre l’a.m.a nella scuola come utile strumento pedagogico per aiutare gli studenti a sviluppare autocoscienza e consapevolezza ed è proprio la scuola il promotore idoneo dell’auto mutuo aiuto, azione che dà impulso a valori morali, solidarietà, benessere collettivo, che ha un alto valore educativo ed è terapeutico pur non essendo un gruppo-terapia. Ogni gruppo è costituito da un numero di circa 10 studenti ed è condotto dal facilitatore che stimola l’interazione dei e tra i partecipanti, media il dialogo, sensibilizza la partecipazione di tutti all’uso del Diario di bordo, computerizzato ed audio visualizzato, e guida il gruppo verso un obiettivo condiviso.
Praticare l’a.m.a serve a contrastare l’isolamento determinato da un disagio, a non sentirsi soli ma a mettersi in gioco accettando i propri limiti e impegnandosi per il proprio e l’altrui cambiamento; conduce a riflettere su se stessi nel confronto con gli altri in un contesto di accoglienza e di ascolto. La pratica dell’auto-mutuo aiuto è inteso come processo educativo promotore di azioni culturali: “Biciclando” e “Sotto sotto…” sono proposte come due differenti azioni esperienziali che il gruppo stesso può intraprendere come ulteriore obiettivo e che le autonomie scolastiche potranno valutare e scegliere in base alle necessità dei loro studenti.
Con queste attività il/i gruppi di a.m.a rafforzano la motivazione all’impegno ed allo studio sperimentando gli strumenti multimediali e audiovisivi, confrontandosi con lo sport, il disegno, la storia, la biologia con modalità nuove e innovative. Il risultato finale che si vuole raggiungere è una delle motivazioni del progetto stesso: la condivisione empatica delle esperienze personali migliora l’autostima e rafforza il potenziale personale, apportando un beneficio collettivo.

Sintesi del Curriculum del Responsabile scientifico del Progetto
Educatore professionale
Facilitatore gruppi A.M.A.
Conduttore gruppi familiari, sofferenti psichici, studenti problematici.

Risorse Professionali Impegnate nel Progetto
1 un educatore professionale
2 un esperto di tecniche video-cinematografiche
3 un operatore video e tecnico (filmaker) editing
4 una psicologa psicoterapeuta
5 un entomologo naturalista
6 maestro allenatore e biomeccanico mountain bike

DESCRIZIONE DEL PROGETTO
Le motivazioni che animano il progetto sviluppano l’obiettivo specifico del gruppo a.m.a, che si esprime nel prodotto audio-visivo finale come prova ed espressione multimediale del lavoro svolto dal gruppo. Il gruppo a.m.a può aderire all’azione “Biciclando” oppure all’azione “Sotto sotto…”. che vanno a costituire due WP distinti per obiettivi, finalità e metodologia.
Fornire maggior ascolto e sostegno al disagio giovanile, aiutare gli studenti in difficoltà, migliorarne l’autostima e l’apprendimento, incrementare l’uso del racconto multimediale-audiovisivo e contrastare la dispersione scolastica sono gli obiettivi del progetto, realizzabili attraverso l’intervento di auto-mutuo aiuto denominato “Adesso parlo io!” che produrrà un racconto filmico/digitale
oltre i suddetti, favorire una maggior apertura della scuola per azioni integrate nel territorio, sensibilizzare alla pratica sportiva e ad uno stile di vita sano, promuovere la conoscenza e l’uso della stampa3d, sono gli obiettivi del progetto denominato “Biciclando”, proposta come ulteriore esito del gruppo a.m.a;
un’altra prospettiva per il gruppo a.m.a è offerta dal progetto “Sotto sotto…” i cui obiettivi, oltre ai suddetti, sono: sviluppare una coscienza ambientale, elaborare e condividere materiali didattici, promuovere la conoscenza dell’apicoltura e dell’entomologia attraverso l’analisi guidata da esperti.
Ogni progetto prevede la realizzazione di un prodotto filmico finale attraverso il quale i protagonisti potranno raccontare, filmare ed elaborare la loro esperienza. L’azione “Sotto sotto…” realizza un terrario con porzioni di habitat naturale.
L’azione “Biciclando” prevede invece la produzione di diversi manufatti realizzati con il riciclo dei pezzi di biciclette non utilizzabili; il miglior risultato riceve un premio ( corso di mtb gratuito o un capo d’abbigliamento tecnico) che vuole essere un ulteriore incentivo a continuare l’impegno sportivo fuori dall’ambito scolastico.

Obiettivo: fornire ascolto al disagio giovanile
Risultati attesi: migliorare l’autostima e l’apprendimento degli studenti, migliorare la qualità delle relazioni affettive e sociali, contrastare l’abbandono scolastico.
Indicatori di monitoraggio: n. studenti coinvolti, n. studenti partecipanti, % di soddisfazione espressa nei questionari e nel Diario di bordo.
Modalità di rilevazione: questionari/test in ingresso e finali, Diario di bordo, consegne del lavoro svolto e da svolgere.

Obiettivo: incrementare uso del multimediale-audiovisivo
Risultati attesi: stimolare il lavoro di squadra, stimolare la ricerca di soluzioni/problem solving, arricchire l’offerta formativa ed educativa.
Indicatori di monitoraggio: % di partecipazioni, n. risposte positive ai compiti assegnati, % dell’impegno individuale.
Modalità di rilevazione: lavori di gruppo, prodotto filmico e pubblicazione blog e video sul web.

Obiettivo: migliorare l’autostima e l’apprendimento
Risultati attesi: determinare cambiamenti positivi individuali e nel gruppo di pari, indurre un miglioramento nella prestazione scolastica.
Indicatori di monitoraggio: miglioramento dei voti scolastici, gestione delle relazioni familiari e sociali.
Modalità di rilevazione: dialogo guidato, valutazioni compiti assegnati, esiti scolastici.

Obiettivo: favorire una maggior apertura della scuola per azioni integrate nel territorio
Risultati attesi: potenziare l’offerta formativa, migliorare la qualità delle relazioni tra docenti e alunni, miglioramento dei risultati scolastici
Indicatori di monitoraggio: n. docenti coinvolti, progettualità future
Modalità di rilevazione: questionari, confronti aperti

Obiettivo: promuovere la conoscenza e l’uso della stampa3d
Risultati attesi: acquisizione di nuove conoscenze, migliorare le competenze cognitive
Indicatori di monitoraggio: n. partecipanti attivi, % proposte fattibili
Modalità di rilevazione: questionari, % produzioni realizzate

Obiettivo: sensibilizzare alla pratica sportiva e ad un sano stile di vita
Risultati attesi: miglioramento esiti scolastici, performance positive
Indicatori di monitoraggio: n. partecipanti attivi, concrete modifiche nello stile di vita
Modalità di rilevazione: test, prove pratiche, risultati finali.

Progetto “Sotto sotto…”

Obiettivo: promuovere la conoscenza di nuove discipline (apicoltura ed entomologia)
Risultati attesi: avere il piacere di imparare e di conoscere, esser attivo e propositivo
Indicatori di monitoraggio: n. partecipanti attivi, % dell’impegno individuale.
Modalità di rilevazione: test, prove pratiche, risultati finali.

Obiettivo: elaborare e condividere materiali didattici
Risultati attesi: acquisizione di un metodo di studio, sviluppare la capacità di progettazione e costruzione del lavoro per obiettivi
Indicatori di monitoraggio: % di adesione, miglioramento del rendimento scolastico, propositività
Modalità di rilevazione: lavori di gruppo e individuali, prove pratiche, esiti finali

Obiettivo: sviluppare una coscienza ambientale
Risultati attesi: concrete modifiche nello stile di vita, maggiore sensibilità verso l’ambiente
Indicatori di monitoraggio: % partecipazione, n. proposte concrete
Modalità di rilevazione: lavori di gruppo e individuali, prove pratiche, esiti finali

Rilevanza e potenzialità innovativa dei risultati attesi
Tutte le azioni proposte, l’auto mutuo aiuto con il progetto “Adesso parlo io!”, la pratica sportiva di “Biciclando” ed infine l’esperienza scientifico-naturalista con “Sotto sotto…” si concludono con la creazione di un prodotto multimediale-audiovisivo: ciò offre agli studenti la possibilità di conoscere e di confrontarsi con gli strumenti della nuova tecnologia, il cui uso richiede l’acquisizione di competenze nuove che diventano spendibili anche nel futuro e consentono di motivare la necessità dell’impegno scolastico richiesto. La possibilità inoltre di misurarsi in modo originale con discipline didattiche quali il disegno, la storia e la biologia, lo sport, conoscere nuove discipline come l’entomologia e l’apicoltura, stimola la curiosità e l’immaginazione per scoprire le varie applicazioni delle nuove tecnologie negli ambiti più diversi. Basti pensare al potenziale creativo della stampa3d, attualmente impiegata in ambiti differenti, dalla produzione di oggetti quotidiani alle protesi umane e animali. Se ben veicolati, questi fattori possono motivare gli studenti ad un costante impegno scolastico arricchito dalle possibilità professionali future.

È prevista in “Sotto sotto…” ed è auspicabile, la visita presso il FabLab di Pula (CA) per fare vedere agli studenti la stampa3D, ma non necessaria; gli studenti potranno comunque conoscere e vedere gli usi e i prodotti di questa meraviglia tecnologica attraverso materiale vario, slide e la ricerca on line.

Benefici e ricadute per gli studenti
A.m.a
Benefici: gli studenti hanno uno strumento nuovo per affrontare le difficoltà; sono motivati e più integrati nella vita scolastica; migliora la loro autostima e la percezione degli altri.
Ricadute: resistenze verso l’attività; resistenze burocratiche.

“Biciclando”
Benefici: scoprire il piacere indotto dalla pratica sportiva e da uno stile di vita sano; migliora l’apprendimento, contrasta i deficit psico-fisico, inibisce l’aggressività.
Ricadute: resistenze verso l’attività; resistenze burocratiche; difficoltà organizzative.

“Sotto sotto…”
Benefici: conoscere nuove discipline, scoprire il piacere della vita a contatto con la natura, benessere psico- fisico
Ricadute: resistenze verso l’attività; difficoltà organizzative.

Attrezzature
La cooperativa metterà a disposizione un PC netbook, una telecamera e un videoproiettore, software open source di editing Avidemux, Sony Vegas pro 13(vers. Trial),Adobe Premiere CS4 (versione Trial),Vimeo e Youtube per la pubblicazione sul WEB;
si prevede l’affitto delle mountain bike necessarie, di tablet in numero variabile secondo la partecipazione per un massimo di 25, di quattro telecamere (due Sony HDR PjD10, e due GO PROHero 4 Black)

Sensibilità ambientale
L’interesse e la sensibilità verso le tematiche ambientali sono sancite nello statuto della cooperativa S’Artegnacoop e con questo progetto si esprimono in termini teorici e pratici: con le attività proposte si trasmette il concetto che l’ambiente naturale vive solo se vi è equilibrio tra le componenti che ne fanno parte e quanto sia dunque importante comprendere l’interazione tra uomo e ambiente. L’obiettivo formativo ed educativo è creare una mentalità ecologica, complessa e capace di cogliere il nesso tra causa ed effetto, che rispetta la diversità e vede in essa una risorsa, consapevole di sé e delle sue scelte. Si vuole riflettere sulla necessità del rispetto dell’ambiente promuovendo buone prassi secondo il concetto che quanto meglio conosciamo ed usiamo il territorio che viviamo, tanto più siamo motivati a rispettarlo e preservarlo.

Piano di lavoro e metodologie adottate

Work Package N°1 – Titolo WP (una scheda per ciascun WP)
Titolo
N.1 Adesso parlo io! – l’Auto-mutuo aiuto a scuola
Obiettivi Operativi
Migliorare l’autostima e l’apprendimento degli studenti
Incrementare l’uso del racconto multimediale-audiovisivo
Fornire maggior ascolto al disagio giovanile
Risultati e Prodotti
Migliore qualità delle relazioni affettive e sociali
Cambiamenti positivi individuali e nel gruppo di pari
Miglioramento nella prestazione scolastica
Contrasto all’abbandono scolastico
Il risultato finale è il prodotto audiovisivo che testimonia l’esperienza fatta dal gruppo, raccontata attraverso le interviste, le riprese, la ricerca ed il montaggio del materiale prodotto
Metodologie Utilizzate
Condivisione esperienziale attraverso dialogo e la conversazione mediata
Diario di bordo computerizzato ed audio visualizzato
Uso guidato individuale e gruppale degli strumenti audiovisivi.